Boosta, 5 cose che non sapevi del fondatore dei Subsonica coach ad Amici

Scopriamo qualche piccola curiosità su Boosta, alias Davide DiLeo, fondatore e chitarrista dei Subsonica, approdato alla corte degli insegnanti di Amici.

chiudi

Caricamento Player...

Boosta, ovvero Davide Dileo, è il tastierista e fondatore del gruppo dei Subsonica, nonché insegnante di canto ad Amici. Davide Dileo ha studiato pianoforte al conservatorio e ha cominciato a esibirsi sui palchi sin da quando aveva soltanto 14 anni. Subito dopo ha fondato i Subsonica nel 1996. 

Boosta: dal fidanzamento con Miriam Leone al brevetto come pilota

  • Boosta è stato critcato perché secondo i fan non avrebbe le competenze necessarie per fare l’insegnante di canto nella scuola di Amici. Lui ha risposto così: “Lo dico con precisione di contenuto, non con arroganza, ma sinceramente ‘Non mi interessa’. Io sono contento di quello che ho fatto, delle mie scelte, mi diverte moltissimo fare Amici, non posso farmi condizionare dalla paura che non si può vivere. […] Se al mattino mi sveglio con l’angoscia che devo stare attento a pensare cosa possa piacere agli altri, beh… non ne usciamo più. […] E ti dirò di più, in un mese che faccio Amici la mia vita da musicista è andata avanti: la televisione non mi ha distrutto. Scrivo ancora, scrivo testi, non mi fermo. E per me la curiosità è il sale della vita. Mi sto divertendo molto, mi sta piacendo l’attitudine del programma, mi piacciono i ragazzi”.
  • Prima di conoscere Miriam Leone, Davide Dileo è stato fidanzato con Fernanda Lessa e hanno avuto due figlie, Lua Clara e Ira Marie. Al momento, Boosta è single: ““Sì confermo ciò che ha dichiarato Miriam: dopo quattro anni ci siamo lasciati. Succede e non ho molto da aggiungere visto che la vita va avanti. Ci sono nuove strade da percorrere”.
  • Boosta è un pilota privato e sta studiando per ottenere il brevetto come pilota di linea.
  • Ama molto il calcio, gioca nella Nazionale Cantanti ed è tifoso del Torino.

Boosta sull’addio di Morgan ad Amici

Anche Boosta si è espresso in merito all’addio di Morgan ad Amici, dichiarando: “Non credo nell’uso di troppe parole e ho sempre faticato nelle discussioni ma sulla querelle sollevata da Morgan ad Amici mi sento in dovere di dire un paio di cose. Mesi fa, dopo una conversazione con Maria, ho accettato il ruolo di – professore- e l’ho fatto pesando le riflessioni. Ho deciso per il sì. Da quel momento l’ho fatto sapendo di mettermi in gioco, semplicemente in un altro contesto, e facendo quello che mi piace e mi è sempre piaciuto. L’ho fatto con serietà e amore perché io faccio musica, questo so fare e vorrei che la musica fosse sempre esigenza, urgenza, e distrazione perché no, insomma..vera colonna sonora di vita.E posso con onestà dire che ho avuto la possibilità di farlo sempre durante questi mesi. Non è stato, e non è, un percorso lineare né in discesa, mediare tra le esigenze di tutti (e prima di ogni cosa con i ragazzi) ma è un percorso da portare avanti con piacere e leggerezza perché proprio a loro , ai ragazzi, abbiamo il dovere di presentare la nostra visione della vita e della musica (…certo che non è l’unica…) e già lo facciamo con le nostre canzoni, che senso ha negarsi o alzarsi in piedi su fragili piedistalli? Estremismo e integralismo sono due parole che continuano a farmi orrore. In qualunque contesto vengano calate. Mi dispiace dovere puntualizzare le ovvietà. Ma come non si può essere in pace con tutti così non si può sempre tacere”.