Il Black Friday in Italia

La febbre del Black Friday contagia anche il Bel Paese

chiudi

Caricamento Player...

Il Black Friday in Italia sta raggiungendo progressivamente un numero sempre più consistente di aziende, anche se la maggior parte degli acquisti sarà effettuato sul web.

Gli sconti del Black Friday: dagli Stati Uniti al mercato globale

Il Black Friday è una sorta di tradizione commerciale: nata negli Stati Uniti e progressivamente estesa a tutto il mondo, sta affermandosi anche in Italia soprattutto attraverso il web.
Il Black Friday coincide con il giorno successivo al Thanksgiving Day americano, che tradizionalmente cade di Giovedì. Durante il Venerdì Nero, che quest’anno cade il 25 di Novembre, aziende, piccoli commercianti e siti di ecommerce concentrano le migliori offerte commerciali dell’anno, praticando degli sconti molto consistenti su moltissime categorie merceologiche e inducendo allo shopping sfrenato milioni di acquirenti.

Moltissimi consumatori statunitensi infatti concentrano gran parte dei propri acquisti annuali durante il Black Friday, soprattutto per quanto riguarda gli acquisti di articoli costosi. Questo ha fatto sì che gli scambi commerciali conclusi in occasione del Black Friday siano considerati una cartina di tornasole per valutare lo stato di salute dell’economia mondiale.
Con gli anni, e soprattutto con l’affermarsi sempre più massiccio dell’e – commerce, gli sconti del Black Friday hanno oltrepassato i confini degli Stati Uniti e sono stati apprezzati dai consumatori di tutto il mondo, compresi gli italiani.
Molti siti, come Amazon, propongono nella settimana precedente al Black Friday delle offerte mirate a ingolosire il pubblico e allungare di qualche giorno il periodo dei grandi guadagni. Le offerte relative ai prodotti hi – tec invece si concentreranno soprattutto nel cosiddetto Cyber Monday, ovvero nel Lunedì seguente al Black Friday e che quest’anno cade il 28 Novembre.

Black Friday in Italia

In Italia il Black Friday non ha trovato ancora una grandissima adesione da parte dei commercianti, ma ci sono alcuni marchi internazionali che aderiscono all’iniziativa anche con le loro filiali italiane. Tra questi Zara, Sephora, Euronics, Trony e le altre grandi catene specializzate nella vendita di elettrodomestici.