Belen Rodriguez e il figlio Santiago senza casco in moto, la showgirl replica così

Belen Rodriguez è stata immortalata in moto (in pista) con il figlio Santiago, entrambi senza casco. Immediate le accuse, la showgirl replica così.

Il settimanale Oggi ha immortalato Belen Rodriguez in sella ad una moto con il figlio Santiago, entrambi senza casco, su una pista di motocross alle porte di Milano. C’è da dire che se il casco è obbligatorio per legge su strada, il codice stradale nulla dice per quanto riguarda la pista. Al settimanale, che l’ha messa in copertina parlando di un De Martino imbufalito per la foto di Belen e Santiago, la showgirl ha risposto con un’intervista concessa a Vanity Fair.

Belen Rodriguez: “Non metterei mai in pericolo Santiago!”

Belen Rodriguez Oggi
FONTE FOTO: facebook.com/OGGI.it

Queste le parole di Belen: “Sono una brava mamma, non sono spericolata. Non metterei mai, e dico mai, in pericolo mio figlio. Eravamo in un boschetto, appena fuori Milano, Lì, c’è una pista di motocross e un parcheggio dove si fanno le grigliate. Siamo saliti sulla moto per gioco, quasi da fermi. Non siamo mica andati in strada. Io quelle foto le avrei descritte in un altro modo: ecco una bella giornata di sole e all’insegna della serenità per Belén, con suo figlio, il suo nuovo compagno, e il nonno di suo figlio. Musica e grigliata, tutti insieme, tutti felici”.

La showgirl ha raccontato della ritrovata serenità in amore accanto ad Andrea Iannone, un ragazzo che sembra davvero prendersi cura di lei: Sono tranquilla, dopo un periodo non facile. Ho attraversato mesi “turbolenti”, ma oggi sono serena. So di avere la coscienza a posto. Dopo la “batosta”, mi muovevo con i piedi di piombo ma lui ha trovato il modo giusto per avvicinarsi a me. Posso dire che è un uomo eccezionale. Lo dico davvero, ce ne sono pochi in giro così. Ha un’educazione solida, valori forti e il suo lavoro mantiene sempre alta l’adrenalina. Ho trovato finalmente uno che si prende cura di me. (…) Ho deciso di voler tenere questa mia storia più protetta rispetto al passato, perché oggi la vivo con una maturità diversa. Ma non voglio nascondere nulla. Quando una cosa mi fa ridere o stare bene e ho voglia di raccontarla lo faccio. Perché non dovrei?”.