Bebe Vio, l’atleta paralimpica e l’incredibile selfie con il presidente Obama

La straordinaria atleta paralimpica Bebe Vio è stata scelta per accompagnare Matteo Renzi alla cena di stato con il presidente USA Barack Obama

chiudi

Caricamento Player...

La simpatia di Beatrice Vio, conosciuta come Bebe Vio, campionessa paralimpica e mondiale di fioretto individuale, è riuscita in un’altra straordinaria impresa: rubare un selfie al presidente degli Stati Uniti D’America Barack Obama, aggirando il protocollo che ha accompagnato la cena di stato alla Casa Bianca insieme al presidente del consiglio Matteo Renzi. La nostra atleta, infatti, è stata scelta per accompagnare il Premier in quest’importante incontro a Washington.

Bebe Vio e il selfie social con Obama

obama-e-vio

Beatrice è stata scelta per accompagnare Renzi alla cena di stato alla casa Bianca. L’atleta paralimpica italiana, raggiante, ha indossato un bellissimo abito di Dior, ma ciò che ha colpito tutti è stata la sua innegabile simpatia e il suo straordinario sorriso.

Un sorriso che ha conquistato anche Barack Obama che non si è lasciato sfuggire la possibilità di fare un selfie con la campionessa paralimpica e mondiale in carica di fioretto individuale. Entrambi sono apparsi davvero sorridenti. La foto è stata poi condivisa da Bebe sui suoi profili social, apprezzata da migliaia e migliaia di suoi fan.

La foto è stata accompagnata dalla didascalia: “It’s not possible?! I’m sorry, I don’t understand these words. Piccolo sgarro al protocollo per un selfie di nascosto con il mitico Presidente Obama”.

Beatrice ha praticato scherma fin dall’età di 5 anni e mezzo, ma ad 11 anni fu colpita da una meningite fulminante che le provocò infezioni e necrosi. Per la sua sopravvivenza si rese necessaria l’amputazione di avambracci e gambi. Non arrendendosi mai al dolore e alla disperazione, Beatrice è ora una delle atlete più apprezzate al mondo che riesce a conquistare grandi traguardi grazie a delle speciali protesi realizzate per sostenere il fioretto.

 

FONTE FOTO ARTICOLO: FACEBOOK

FONTE FOTO COPERTINA: FACEBOOK