Basta con le telefonate dei call center a casa!

Esiste uno o più metodi per far sì che i call center non ci torturino più con telefonate di ogni tipo: imporgli di non farlo, iscriversi al Registro delle Opposizioni, cancellarsi dall’elenco telefonico.

chiudi

Caricamento Player...

C’è chi non risponde più al telefono di casa. Troppo telemarketing. Propongono tariffe varie, vendono vini, o chiedono se la casa è in affitto. Possono tartassarci perché hanno comprato il nostro nome, cognome e numero di telefono al prezzo che varia dai 3 agli 8 centesimi. E hanno il diritto di frantumarci le giornate.

I call center possono chiamarci senza problemi se il nostro numero è presente nell’elenco telefonico pubblico, salvo il caso in cui ci si sia iscritti al Registro delle Opposizioni.

In ogni caso, però, se facciamo espressa richiesta all’operatore di cancellarci dal loro elenco, loro devono eseguire questa nostra volontà.

La verità dei fatti è che non lo fanno mai, tanto che il Garante della Privacy nel 2013 ha ricevuto 3.500 segnalazioni da parte di utenti esasperati dal tormento telefonico.

“È un mercato che continua a crescere e che è caratterizzato da un livello di accesso molto basso: anche agenzie con sede in un retrobottega o in un sottoscala possono mettersi a fare telemarketing”, spiega Umberto Costamagna, presidente di Assocontact. “Così”, aggiunge “anche se tutti i nostri associati rispettano le regole, ci sono altri call center che non lo fanno e che, causa la crisi, si spingono ad abbassare i costi e a non andare tanto per il sottile nella verifica della liceità del dato”.

Gabriele Fabiani, ex operatore e autore del libro Yes We Call, ammette:

“Quando il cliente dice di non chiamare più, per legge dovremmo registrarlo come non interessato e depennarlo dalla lista dei contattabili. Ma l’azienda del call center dove ho lavorato ce lo impediva, sostenendo che magari dopo una settimana poteva aver cambiato idea, invitandoci quindi a richiamare”.

Ma come ci si può difendere?

Anzitutto, iscrivendosi al Registro delle Opposizioni. Dopo 15 giorni, tutte le chiamate che riceverete sono illegali.

Se non siete sull’elenco telefonico, vuol dire che il precedente intestatario del numero, o qualcuno in casa ha dato il consenso. Per risolvere la questione, potete chiedere all’operatore come ha ottenuto il numero (è un loro dovere dirvelo, ma potrebbero non saperlo). Nel caso non segua una risposta, chiedere all’operatore, ai sensi delle norme sulla privacy, di registrare la vostra volontà di non essere più contattati.