Barbara De Rossi debutta a teatro con “Medea”

Barbara De Rossi, dal 9 luglio al Teatro Romano di Ostia, debutterà nella “Medea” del drammaturgo francese Jean Anouilh. Regia di Francesco Branchetti e traduzione di Giulio Cesare Castello.

chiudi

Caricamento Player...

Barbara De Rossi ha scelto di calcare le tavole del palcoscenico vestendo i panni di una delle figure più interessanti della mitologia greca, unica conferma per attrici dal talento indiscusso e fonte di ispirazione per i grandi autori teatrali.

“Medea”, di Jean Anouilh, è una grande tragedia d’amore e di odio, un contenitore di immagini straordinarie e ricche di fascino, universali e sempre moderne, ed è la storia di una condizione esistenziale estrema. Un personaggio straziato e dolente; in lei le passioni  più oscure e potenti dell’animo si oppongono ai dettami della “società” che la circonda, trascinandola nella  più totale solitudine. L’attualità delle passioni e dei sentimenti indagati sarà l’elemento di forza di questo spettacolo che, secondo le parole dello stesso regista Branchetti “avrà l’intento di restituire al testo, attraverso la voce di Medea e degli altri personaggi, la straordinaria capacità di parlare, dievocare, di “far apparire” un mondo di passioni estreme, di paure, di incubi, di umane debolezze, di solitudine, di lotta disperata per la propria dignità, di forze oscure, magiche ed arcane, di pulsioni innominabili, di violenza, in cui tutti noi finiremo per trovare, attraverso la parola di Anouilh, il nostro presente più dilaniato che mai…”.

Una nuova sfida per la poliedrica Barbara De Rossi, attrice dotata di grande talento, magnetismo ed umanità. Una nuova entusiasmante esperienza da aggiungere alla sua ricca attività artistica.
A cura di Katya Marletta