Barack Obama pranza al fast food: fagioli e patatine per il presidente

A Kansas City per incontrare un gruppo di residenti afflitti da problemi economici, il presidente Barack Obama ha scelto un modesto fast food per il pranzo

chiudi

Caricamento Player...

In tempi di austerity, può capitare che anche il presidente degli Stati Uniti d’America vada a mangiare al fast food. Chiamato in causa da alcuni residenti di un popolare quartiere di Kansas City, pesantemente afflitti da problemi economici, Barack Obama si è precipitato nella cittadina del Midwest ed ha trascorso la giornata con loro.

Ad un certo punto l’uomo più potente della Terra ha  avuto fame. Ristorante di lusso e scontrino intestato alla Casa Bianca? No, fast food e soldi prelevati dal portafoglio personale.

Proprio così. Barack Obama ha consumato il suo parco pranzo al Kansas City Barbeque, in compagnia degli stessi residenti che lo avevano contattato. Il menu semplice semplice: fagioli, patate fritte, birra leggera e qualche altro spuntino, giusto per vincere i morsi della fame e continuare ad ascoltare le  lamentele dei suoi interlocutori. Il costo? Pochi dollari, consegnati direttamente dal presidente alla cassiera del fast food.

Un bell’esempio, non c’è che dire. Soprattutto in momenti difficili come questi. In America come in Europa, la ripresa è un meccanismo ancora lento e difficile da avviare. E allora meglio offrire un segnale forte, semplice e chiaro allo stesso tempo. Offrendo allo stesso tempo una grande pubblicità gratuita al fast food. C’è da scommettere che d’ora in poi saranno in molti a frequentare il Kansas City Barbeque, il ‘ristorante’ del  presidente.