Bambini e Lettone dei Genitori: a che Età separarsi?

I bambini dovrebbero dormire nel lettone insieme ai genitori fino al terzo anno di età. Lo sostiene una ricerca condotta in Sudafrica.

chiudi

Caricamento Player...

Secondo una ricerca effettuata dall’Università di Città del Capo in Sudafrica, i bambini dovrebbero dormire nel lettone di mamma e papà almeno fino all’età di tre anni. Lo afferma il Dottor Nils Bergman, che sostiene che dormire a contatto con il petto della mamma fornisce ai neonati un riposo più sano di quello effettuato nella culla, perchè il cuore del neonato in quest’ultimo caso è sottoposto a stress rispetto a quando dorme vicino alla mamma.

Inoltre, secondo il Dottor Bergman, dormire da soli rende più difficile il legame tra mamma e bambino e lo sviluppo del cervello può essere danneggiato dalla separazione che avviene alla sera, che può portare a disturbi sul comportamento in età adulta.
Ma questa ricerca va contro i consigli di altri specialisti che affermano che dormire nel lettone dei genitori può essere pericoloso, perchè la mamma potrebbe involontariamente ferire o soffocare il bambino durante la notte, anche se questo avviene a causa di fumo, alcool o grandi cuscini, non certamente per colpa della mamma.

Bambini e lettone
Bambini e lettone

Il Dottor Bergman, fondatore del movimento chiamato “Kangaroo Mother Care”, ha sottolineato i vantaggi del contatto pelle a pelle tra la mamma e il suo bambino, analizzando per la ricerca sedici bambini.
Ha scoperto che i cuori dei neonati erano tre volte più sotto stress quando dormivano nella culla, piuttosto che nel letto insieme alla mamma.
Lo studio ha anche rivelato che nella culla vi è un’interruzione del sonno del cervello nel neonato, che in questa fase è vitale per lo sviluppo dell’organo. La mancanza di sonno a quest’età, ha avvertito il Dott. Bergman potrebbe causare problemi di comportamento in età adulta.

La genitorialità è un fatto molto discusso e fonte di numerosi studi in materia. Sembra che abbia radici ben profonde che partono dall’allattamento al seno prolungato al far dormire il bambino nel lettone fino a grande.

Anche l’allattamento al seno è fonte di discussioni e pareri contrastanti. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento esclusivo al seno per 6 mesi e poi alternato alle pappe anche fino ai due anni, ma non spiega quando è giusto smettere.
Numerose ricerche elogiano le proprietà benefiche del latte materno per i primi mesi di vita del bambino, ma non vi è nessuno studio in merito all’allattamento prolungato.