Balotelli si sfoga: “Gli africani non mi avrebbero scaricato”

Mario Balotelli replica duramente a critiche e insulti su Twitter: non è stato lui a provocare il fiasco mondiale dell’Italia.

chiudi

Caricamento Player...

Povero Balo, ce l’hanno tutti con lui. E il bello è che ci crede veramente. La sua prestazione nel corso della sfida con l’Uruguay che ha sancito l’eliminazione ingloriosa della nazionale italiana al primo turno del Mondiale è stata assolutamente sconfortante, eppure Mario Balotelli anziché recitare (una volta tanto) il mea culpa va all’attacco. Dove, in campo? Ma no, su twitter.

Imputato da Buffon e soci come il principale responsabile dell’eliminazione, isolato dal gruppo e mestamente solo nel cammino verso il pullman dopo il  ko, l’attaccante del Milan non ci ha visto più quando si è visto criticato anche  sul ‘suo’ social network. Soprattutto quando un follower gli ha scritto che non è un italiano vero.

“Ho 23 anni e non ho scelto di essere italiano”, la replica a tinte forti del campione. “L’ho voluto fortemente perché sono nato in ITALIA e ho sempre vissuto in ITALIA. Ci tenevo fortemente a questo mondiale e sono triste arrabbiato deluso con me stesso. Si magari potevo fare gol con la Costa Rica avete ragione ma poi? Poi qual è il problema? Forse quello che vorreste dire tutti è questo? La colpa non la faccio scaricare a me solo questa volta perché Mario Balotelli ha dato tutto per la Nazionale e non ha sbagliato niente (a livello caratteriale) quindi cercate un’altra scusa perché Mario Balotelli ha la coscienza a posto ed è pronto ad andare avanti più forte di prima e con la testa alta. Fiero di aver dato tutto per il Suo Paese. O forse, come dite voi, non sono Italiano. Gli africani non scaricherebbero mai un loro “fratello”. MAI. In questo noi negri, come ci chiamate voi, siamo anni luce avanti. VERGOGNA non è chi può sbagliare un gol o correre di meno o di più. VERGOGNOSE SONO QUESTE COSE. Italiani veri! Vero?”.