Avviata la prima facoltà universitaria di Chiropratica in Italia

Nasce in Italia la prima facoltà universitaria italiana di Chiropratica. Ripercussioni positive sull’occupazione e fine del pendolarismo formativo all’estero.

chiudi

Caricamento Player...

Life University, la più prestigiosa università chiropratica statunitense, ha annunciato la decisione di avviare la prima facoltà universitaria di Chiropratica in Italia.

Il progetto, approvato nei giorni scorsi dal Consiglio Direttivo di Life University, è il frutto di un lungo lavoro intrapreso dal noto ateneo di Marietta (Georgia) in collaborazione con l’Associazione Italiana Chiropratici e con l’Università degli Studi Link Campus University, che ospiterà il corso di laurea nella propria sede di Roma, a due passi da Piazza San Pietro. Il primo corso di laurea prenderà il via nel 2017.

“E’ il coronamento di un sogno – dichiara il dottor John Gordon Williams, presidente dell’Associazione Italiana Chiropratici – Life University porterà in Italia tutta la propria esperienza, che negli anni le ha consentito di divenire l’università più prestigiosa e qualificata nell’universo della chiropratica. La ricaduta che il corso di laurea avrà sul nostro paese, – prosegue il presidente – sarà ampiamente positiva. Si pensi che solo negli Stati Uniti esercitano oltre 80.000 chiropratici, cioè un dottore ogni 4.000 abitanti. In Italia una simile proporzione porterebbe nell’arco di qualche anno ad avere alcune migliaia di professionisti qualificati, con una notevole e benefica ricaduta sulla salute pubblica e sull’occupazione”.

“I nostri obiettivi sono semplici, ma di vasta portata – dichiara il dottor Guy Riekeman, presidente di Life University – Vogliamo sostenere lo sviluppo della Chiropratica in tutto il mondo e aiutare l’Italia e gli altri paesi nel compito di creare un’adeguata identità professionale contribuendo alla definizione di standard internazionali per la formazione del Dottore in Chiropratica”.

La Chiropratica è professione sanitaria primaria, riconosciuta come tale anche in Italia dal 2008. L’Associazione Italiana Chiropratici dialoga da anni con le istituzioni per ottenere l’avvio del Registro Italiano dei Chiropratici, già stabilito dalla Legge stessa.

Chi è l’Associazione Italiana Chiropratici

L’Associazione Italiana Chiropratici è attiva in Italia dal 1974 e si prefigge l’obiettivo di tutelare la professione dal diffuso fenomeno dell’abusivismo e di garantire così ai pazienti un elevato livello di professionalità e di competenza. Per diventare Dottore in Chiropratica infatti il percorso di studi è lungo: almeno cinque anni di Università e una selezione particolarmente accurata per diventare membri dell’Associazione Italiana Chiropratica.

La storia della chiropratica

La chiropratica nasce nel 1895 negli USA ad opera di D.D. Palmer, il primo chiropratico dell’era moderna. Dopo cento anni dalla sua nascita, negli USA, si contano più di 70,000 chiropratici. La chiropratica è attualmente, negli Stati Uniti e in Giappone, la professione sanitaria più diffusa tra quelle che non si avvalgono dell’utilizzo di farmaci o medicamenti.