Avvertimento dagli USA: le bibite zuccherate causano 184mila decessi ogni anno

Il dato fornito da uno studio americano sono sconvolgenti: le bibite zuccherate provocano decesso a causa di diabete, tumore e malattie cardiache.

chiudi

Caricamento Player...

Giro di vite alle bibite zuccherate. Dopo anni di avvertimenti, circa i rischi attestati per l’organismo, arriva dagli States un dato shock: nel mondo 133mila i decessi per diabete, 45mila per le malattie cardiache e 6450 per tumore. La maggior parte delle vittime ha un’età compresa tra i 20 e i 44 anni. A dirlo è uno studio pubblicato sulla rivista ‘Circulation’ dell’American Heart Association.

Lo studio è stato condotto da un team internazionale di ricercatori degli atenei Usa di Harvard, Tufts e Washington e dell’Imperial College di Londra. Sotto il mirino, 62 lavori scientifici sull’alimentazione su 611 mila persone e condotti tra il 1980 e il 2010 in 51 Paesi.

E gli esperti lanciano un monito “avviare politiche sanitarie efficaci e interventi mirati diretti ad arginare le malattie correlate all’obesità”.

Se ancora non siete convinte a ridurre drasticamente le bibite zuccherate, sappiate che perfino quelle “diet” fanno male, perché portano l’organismo a produrre insulina per assorbire degli zuccheri che non esistono. Risultato: più cellulite per tutti.

A rischio anche lo smalto dei denti, messi a dura prova da alcune sostanze contenute nelle bevande. E se proprio dobbiamo parlare dei contenuti, non possono mancare nella lista, i coloranti artificiali come la tantrazina, (che troviamo anche in caramelle e gelati): se i vostri figli sono sovreccitati, è colpa loro.

Rinunciare? No, la parola d’ordine è “equilibrio”. Un bibita una tantum non è rischiosa, ma se la sostituite all’acqua, è un’arma contro il vostro organismo.