Attori: Matthew McConaughey si Prende la Rivincita

Grazie al recente film Dallas Buyers Club, Matthew McConaughey torna alla ribalta e si colloca tra i più quotati attori del momento.

chiudi

Caricamento Player...

Dallas Buyers Club è l’ultimo film interpretato da Matthew McConaughey, attore statunitense che ha ottenuto una nomination come migliore attore protagonista.

Il film diretto da Jean-Marc Vallée, si ispira alla storia vera di Ron Woodroof, un cowboy texano omofobo che nel 1986 fece uso e si diede al contrabbando di medicine alternative a quelle ufficiali per combattere l’Aids.  Nella sua battaglia contro la medicina ufficiale e la Food and Drug Administration, il cowboy divenne amico di un transessuale, e aiutò molti di quegli omosessuali che fino ad allora aveva detestato.

Questo film era da molti anni al centro dei pensieri di  McConaughey che ha cercato a lungo finanziamenti per questo copione che è stato rifiutato per ben 137 volte. Ma lui ci ha sempre creduto e oggi può prendersi finalmente la rivincita.

Attori: Matthew McConaughey
Attori: Matthew McConaughey

Per realizzarlo McConaughey è dovuto dimagrire di 23 chili, mangiando tapioca per tutti i giorni.  Grazie a questa interpretazione è diventato una star di livello superiore paragonabile agli altri grandi attori più quotati di lui.
Lo dimostrano la vittoria recente di un Golden Globe e la candidatura all’oscar come migliore attore protagonista a fianco di calibri come  Tom Hanks e Robert Redford.

 Ha dichiarato in un’intervista: “Non vivo certo nell’aspettativa dell’Oscar, ma non mi stuferò mai di parlare di Dallas Buyers Club nel quale nessuno credeva. E pensare che sul frontespizio della sceneggiatura, quattro anni fa scrissi: “Questo soggetto ha le zanne”. Alla fine, c’è stato un miracolo: il progetto girava da anni per gli studi, è stato rifiutato 137 volte, i finanziamenti sono spariti 5 settimane prima delle riprese”.
Riguardo alla dieta fatta per realizare il film: “È stata una cosa militante. Non socializzavo, non uscivo per andare al ristorante. Dal collo in su, mi sentivo intelligentissimo e potenziato. Dal collo in giù, m’indebolivo. Mi svegliavo alle quattro del mattino”.

Assente dal grande schermo dal 2009 al 2011, perché in cerca di un riposizionamento, stufo di fare il partner narcisista con Penelope Cruz, o Jennifer Lopez, mostrando più i muscoli che il cervello, l’attore si sentì dire dalla moglie che nessuno lo avrebbe più cercato. “Invece, a un certo punto sono diventato una buona idea per Soderbergh e per Friedkin. Come tutti gli uomini oltre la quarantina, avevo nuove idee”.