Attenzione ai bracciali contacalorie, non sempre sono attendibili

Trionfa la moda dei bracciali contacalorie, ma un recente studio dimostra che non sempre sono attendibili.

chiudi

Caricamento Player...

I bracciali contacalorie sono l’ultimo trend per chi ama la palestra o fa sport: permettono infatti di monitorare le calorie e i passi durante l’arco della giornata e mentre ci si dedica all’arrività fisica.

Una recente indagine realizzata dal ‘Daily Mail’ insieme all’University of Bath, ha però dimostrato come alcuni modelli tenderebbero a sovrastimare le calorie bruciate, con esiti controproducenti.

La sovrastima fatta dai bracciali contacalorie arriverebbe sino al 40%:

“Ogni dispositivo ha un margine di errore, alcuni però si sono dimostrati meno attendibili di altri”, spiega Dylan Thompson, docente di medicina dello sport all’Università di Bath, che ha testato i braccialetti con una macchina che misura la calorimetria .

I risultati hanno evidenziato le difficoltà che alcuni prodotti hanno nel registrare le calorie consumate quando si facevano determinati sport, ad esempio quando si andava in bicicletta, ma anche quando semplicemente si usava la tastiera del computer.

“In quest’ultimo caso è possibile che il numero di calorie venga sovrastimato perché i bracciali contacalorie associano al movimento delle mani che battono sulla tastiera anche un certo tipo di attività del corpo. Ma non è così  e le persone potrebbero pensare, a fine giornata, di aver consumato più energia di quella che in realtà hanno bruciato”. avvertono gli autori dell’indagine

Gli esperti stimano che entro il 2018 il mercato di questi prodotti arriverà a 130 milioni di pezzi venduti.

L’importante, quindi, è considerare i bracciali contacalorie partendo dal loro reale livello di attendibilità.

I bracciali contacalorie posso aiutare solo orientativamente a captare le calorie bruciate poiché lo associano ad un determinato movimento del corpo ed uno specifico peso corporeo del soggetto che lo sta utilizzando, ma attenzione: sono innanzitutto strumenti tecnologici e dunque hanno un margine di errore.

In più i bracciali contacalorie non sono in grado di considerare  alcuni fattori fisiologici del soggetto che in quel momento li sta usando (ad esempio il  metabolismo).