L’ elaborazione del lutto è qualcosa che spesso non si risolve. Abbiamo bisogno di sentirli vicini. Per questo arriva un flacone con l’odore dei nostri cari.

Perdere una persona cara ci può rendere folli dal dolore. Ed è seguendo la scia di questo sentimento che sconfigge la morbosità, per destare, con l’ elaborazione del lutto, disorientamento e angoscia, che arriva una ricerca molto insolita. Un lavoro meticoloso che restituirà l’odore della persona scomparsa. Ci sono voluti anni di ricerche, ma un’azienda transalpina ce l’ha fatta: ha creato degli appositi flaconi che, a partire dal prossimo ottobre, si potranno conservare gli effluvi dei propri cari.

“Il nostro obiettivo è riprodurre il più fedelmente possibile la firma olfattiva, l’aura di una persona, qualunque sia la sua età, per dare conforto a chi soffre della sua assenza. Più di ogni altro senso l’olfatto ha un incomparabile potere evocativo, capace di rianimare i ricordi più nascosti. Ho ricevuto centinaia di mail o chiamate entusiastiche. Evidentemente ciò che facciamo risponde ad un bisogno”.

Queste le parole di Katia Apalategui, 52 anni, cofondatrice di Kalain, la società che ha lanciato il progetto. Chi ha trovato la formula magica che accompagnerà le persone nell’ elaborazione del lutto? Il merito va all’unità di chimica organica e macromolecolare (Urcom) dell’Università di Le Havre. Géraldine Savary, una delle scienziate che ha collaborato alle ricerche, testimonia così la sua esperienza. “E’ stato un rompicapo”. Gli studiosi hanno trovato il modo di estrarre da indumenti non lavati, un cocktail di una cinquantina di molecole che, miscelate con l’alcol, saranno capaci di resuscitare il legame olfattivo con la persona scomparsa. Il suo odore. Sono già arrivate ordinazioni da Francia, Brasile, Italia, Canada e Stati Uniti. E sulla scia del riscontro entusiastico di molti paesi, la società ideatrice del prodotto, intende proporre due tipi di flaconi: uno per gli eventi felici (nascite, battesimi, matrimoni), l’altro per l’ elaborazione del lutto. Veniamo al sodo: 560 euro è il prezzo di una boccetta.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 15-11-2015


Love story: Persone sconosciute che regalano un matrimonio

Le idiozie degli uomini per far colpo su una donna