Arrivano le regole per vivere con un terrorista

Donne che amano un terrorista: arriva in Europa il manifesto con le regole per vivere a fianco dei combattenti della jihad.

chiudi

Caricamento Player...

E’ stato battezzato Women of the Islamic State ed è il primo manifesto per le donne fedeli all’Isis sposate con un terrorista.

Un compendio di regole di comportamento per vivere fianco a fianco dei combattenti della jihad nel quale la regola numero uno è : restare sempre velate.

A scriverlo sono state proprio loro: le mogli dei terroristi dell’Isis che si raccolgono dietro la definizione Female Islamic State che ha diverse adepte in Siria e Iraq.

Il vademecum della perfetta moglie del terrorista è considerato semi ufficiale, ed è stato pubblicato lo scorso gennaio in un forum jihaidista arabo.

Da poco l’associazione estremista londinese “Quillian Foundation” lo ha tradotto in inglese, come ha reso noto il quotidiano Guardian in modo che possa raggiungere le donne dell’Isis di tutto il mondo.

L’obiettivo è «chiarire il ruolo delle donne musulmane e lo stile di vita che è bene che seguano» e inoltre «chiarire quali sono le reali condizioni delle donne all’interno dello Stato islamico».

Le regole contenute nel manifesto sono rigidissime: vediamole insieme.

1) Le ragazze possono sposarsi a partire dai nove anni di età, e possono avere un marito di età compresa fra 16 e 17 anni.
2) Il lavoro per una donna deve essere visto come una forma di corruzione, che non dovrebbe mai contaminarla.
3) Le donne devono rimanere in casa, con la porta chiusa. E possono lasciarla solo in circostanze eccezionali. Per esempio per seguire la causa della jihad quando il marito non può, per studiare religione e per insegnare.
4) È sempre consigliato, per una ragazza, rimanere nascosta e velata. E guardare la società attraverso il suo velo.
5) I negozi alla moda e i saloni di bellezza sono assolutamente vietati, perché sono una manifestazione del male.
6) Dai sette ai nove anni le bambine possono seguire tre lezioni per imparare i rudimenti di religione, arabo e scienze naturali.
7) Dai 10 ai 12 anni possono essere intensificate le lezioni di religione, specialmente finalizzate alla comprensione del ruolo delle donne. Possono essere introdotti anche corsi di maglia, cucina e cucito.
8) Dai 13 ai 15 anni le lezioni si focalizzano sulla sharia e sulla cura dei bambini. È possibile studiare anche la storia dell’Islam e la vita del Profeta. Non più le scienze.