Archiviata l’inchiesta contro Massimo Di Cataldo accusato di aver provocato l’aborto alla ex compagna

L’inchiesta che accusava il cantante Massimo Di Cataldo di violenza ai danni della ex compagna Anna Laura Milacci, causandole l’aborto, è stata archiviata.

chiudi

Caricamento Player...

Si dichiara molto sollevato Massimo Di Cataldo dopo aver appreso la notizia che l’inchiesta contro di lui è stata archiviata, mentre è attesa anche una decisione sull’accusa di maltrattamenti.

Da parte sua il cantante aveva ammesso la lite, ma mai la violenza contro Anna Laura Milacci, che invece lo aveva accusato su Facebook di averla picchiata, facendole perdere il bambino che aspettava.

Allora aveva pubblicato un’immagine in primo piano che la ritraeva con il volto in sangue e tumefatto, prova di una violenza subita da parte del compagno Di Cataldo e che le avrebbe fatto perdere il bambino che portava in grembo.

Dopo la pubblicazione, com’è naturale, era stata aperta un’inchiesta, in cui Anna Laura Milacci accusava l’ex di averle causato l’aborto.

La richiesta di archiviazione è stata accolta dal Tribunale di Roma, alla luce dei risultati della perizia arrivati a gennaio, scagionando così il cantautore, che si dichiara molto sollevato.

Dopo tredici anni insieme Anna Laura Milacci e Massimo Di Cataldo si sono lasciati, in un’intervista a Vanity Fair, il cantante ha dichiarato:

“No, provo solo pena. L’ho amata. L’ho portata in palmo di mano. Adesso non provo più niente. Credo che abbia mancato di rispetto a me e a tutte le donne che ogni giorno subiscono violenze”

Ed ecco il suo ultimo commento:

“Sono molto sollevato  ma non dimentico che si tratta comunque di una vita interrotta e ricordarlo mi fa ancora male. Per quanto riguarda il resto continuo ad essere fiducioso in quanto la mia coscienza è pulita”