Anna Tatangelo racconta i dieci anni d’amore con Gigi D’Alessio

In un’intervista rilasciata a Cronaca Rosa, la cantante Anna Tatangelo ha parlato dei dieci anni di storia d’amore con Gigi D’Alessio.

chiudi

Caricamento Player...

In una recente intervista Anna Tatangelo si è raccontata a Cronanca Rosa, e ha parlato del suo rapporto con Gigi D’Alessio, una storia d’amore che dura ormai dieci anni.

Nonostante il successo, la cantante di “Muchacha sexy” è sempre genuina, autentica e semplice:

“Io sono di Sora e amo la mia terra, la Ciociaria. Ci torno spesso e ne sono fiera ed orgogliosa. La mia famiglia è una ricchezza a cui non potrei mai rinunciare, come le mie sane abitudini. Quando torno a casa, aiuto mia madre in casa come facevo da ragazzina, mentre lei mi prepara le sue crostate!”

Leggi anche: Anna Tatangelo e Federico Moccia al lavoro insieme: ma per cosa?

Nel corso dell’intervista la cantante si è aperta anche sulla storia d’amore con Gigi D’Alessio, una relazione che dura da ormai dieci  anni:

“Non è stato colpo di fulmine, anzi, forse non ci stavamo neanche troppo simpatici. Poi, con il tempo, è sbocciato l’amore, che il prossimo 10 febbraio compirà dieci anni. All’inizio ne ho sentite di tutti i colori: dicevano che stavo con lui solo per convenienza. E quante storie sulla differenza d’età! Ho sopportato in silenzio, ma col tempo, una convivenza e Andrea, nostro figlio di 4 anni e mezzo, abbiamo messo a tacere le malelingue. Gelosia? Eccessiva è un danno, così come l’indifferenza. Credo che Gigi sia più geloso, ma non lo dia a vedere”

Leggi anche: Gigi D’Alessio divorzia da Carmela Barbato: per lei 15 mila euro al mese!

Infine ha parlato della sua carriera e della sua partecipazione in diverse trasmissioni televisive, di cui ha cercato di fare tesoro:

“Cerco di prendere qualcosa da ogni esperienza. X Factor è stato impegnativo ma anche molto bello; ai concorrenti ho cercato di trasmettere il mio pensiero fisso: mai sentirsi arrivati e sfruttare al meglio ogni occasione per imparare. A Ballando, invece, ero terrorizzata: non sapevo ballare, ero il classico pezzo di legno, ma poi mi sono divertita. È stata una scommessa ed è andata bene, anche se era un’incognita assoluta (…) Il cinema e la recitazione? Non escludo niente, mi piace l’idea di poter fare esperienze che completino la mia formazione artistica. Penso a donne come Mina e Raffaella Carrà: quelli sono esempi, donne piene di talento e capaci di mettersi in gioco sempre e comunque. Lady Tata, Muchacha sexy…Sono semplicemente Anna, basta definizioni”