Animali: l’UE dice stop ai test per i prodotti cosmetici

L’Unione europea ha ribadito con forza il suo “no” in merito alla sperimentazione sugli animali in ambito di prodotti cosmetici

chiudi

Caricamento Player...

Basta crudeltà sugli animali, basta test per i prodotti cosmetici: l’Ue batte i pugni e fa sentire ancora una volta il suo parere in merito.

Proprio in questi giorni infatti ha nuovamente espresso la volontà di eliminare la prassi della sperimentazione animale nel campo della cosmesi sentenziando la possibilità di vietare la vendita all’interno dell’Unione di prodotti testati al fine di essere commercializzati in Paesi come Cina e Giappone per i quali questo iter è ancora necessario.

No ai cosmetici testati

Il caso è stato sollevato in Gran Bretagna, dopo che tre società hanno tentato di mettere sul mercato cosmetici sviluppati per essere venduti in Oriente e testati su animali fuori dall’Unione europea.

La Corte europea di giustizia ha stabilito che le norme Ue vietano qualunque prodotto cosmetico che contenga ingredienti testati in qualunque parte del mondo.

In una nota della Corte si legge:

“La Corte stipula che le norme Ue non fanno distinzioni sul luogo nel quale sono stati svolti i test sugli animali” perchè “se fosse possibile eludere i divieti previsti dal diritto dell’Unione effettuando le sperimentazioni animali in Paesi terzi” a farne le spese sarebbe il fine ultimo dello stesso regolamento europeo che vuole “assicurare un livello elevato di protezione della salute umana, vegliando al contempo sul benessere degli animali”.

Secondo quanto riporta Fanpage.it, esistono ancora alcuni casi in cui è possibile testare i prodotti sugli animali:

“Una deroga può essere accordata soltanto se:

a) l’ingrediente è ampiamente utilizzato e non può essere sostituito con un altro ingrediente atto a svolgere una funzione analoga;
b) il problema specifico riguardante la salute umana è dimostrato e la necessità di effettuare esperimenti sugli animali è giustificata e supportata da un protocollo di ricerca dettagliato proposto come base per la valutazione.”