Ammanettata per scherzo, Lily Allen mette nei guai un poliziotto

Lily Allen è stata fotografata con le manette ai polsi assieme a un poliziotto australiano. Era però uno scherzo, che può costare molto caro all’agente.

chiudi

Caricamento Player...

Lily Allen ha indubbiamente un carattere burlone, ma stavolta ha combinato qualcosa che può costare caro, non tanto a lei ma a chi l’ha aiutata nella realizzazione di una scenetta simpatica ma per certi versi “pericolosa”.

Arrivata in Australia per uno dei suoi concerti la pop-star britannica originaria dell’East London si è fatta ammanettare inginocchiandosi da un poliziotto, facendosi poi fotografare nella tipica posa di chi viene arrestato.

Lily Allen
Lily Allen

La fotografia ha ovviamente fatto il giro del web ad una velocità pazzesca e in tanti l’hanno condivisa pur sapendo che si trattasse di uno scherzo, ma c’è invece chi non ha gradito affatto, ovvero la polizia australiana.

Come riporta il sito “TMZ” i vertici delle forze dell’ordine del paese oceanico hanno addirittura aperto una indagine ed un procedimento disciplinare nei confronti del poliziotto che si è reso “complice” di Lily Allen.

Non si sa se la cantante sia stata poi contattata direttamente dalla polizia ma una cosa è sicura: tutte quelle fotografie sono subito state rimosse dalle sue pagine di Facebook ed Instagram, come a dire “Stavolta l’abbiamo fatta grossa”.

Se però lei se l’è cavata con una ramanzina difficilmente si potrà dire lo stesso dell’agente australiano: speriamo non siano troppo duri con lui!