Amanda Bynes accusa il padre di molestie e poi smentisce

Su Twitter Amanda Bynes ha accusato il padre di averla molestata, ma poi ha smentito tutto: “Colpa del microchip nel mio cervello”

Continua la sagra delle follie targata Amanda Bynes. Negli ultimi giorni l’attrice è stata protagonista di una serie di azioni che hanno fatto scandalo e confermato che la Bynes non sta vivendo di sicuro uno dei momenti più facili della sua vita.

Nel luglio scorso, infatti, Amanda Bynes è stata arrestata perché guidava sotto l’effetto di stupefacenti, poi, pochi giorni fa, è stata cacciata dal Fashion Institute of Design and Merchandising di Irvine, in California, in seguito ad un nuovo arresto sempre dovuto all’abuso di droghe.

Infine, martedì scorso, ha aggredito una fan che, in una discoteca, le aveva chiesto se potesse farsi una foto con lei. Comportamenti che hanno gettato in allarme la sua famiglia e che hanno costretto i genitori della Bynes a ricoverare con l’inganno la ragazza in un ospedale psichiatrico: prelevata all’aeroporto di Los Angeles, l’attrice è stata ricoverata a sorpresa.

La Bynes, di tutta risposta, ha pubblicato un tweet choc, nel quale diceva di essere stata molestata in passato dal padre.

Successivamente, il tweet è stato rimosso. “Mio padre non ha mai fatto nessuna di queste cose. Il microchip nel mio cervello me le ha fatte scrivere”, ha poi puntualizzato l’attrice in un altro tweet, seguito poi da un comunicato ufficiale sullo stesso tenore dei genitori.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 12-10-2014

Donna Glamour

X