Alimenti banditi nella dieta di Matusalemme

Alimenti banditi nella dieta di Matusalemme: pericolosa la carne rossa semplice o lavorata se consumata in dosi eccessive.

chiudi

Caricamento Player...

La dieta di Matusalemme è un regime alimentare che permette di vivere meglio e più a lungo. Tutto ciò che bisogna fare è mangiare proteine vegetali ed eliminare quelle di origine animale.  In base a quanto emerso da una studio condotto dai ricercatori di Harvard, le proteine animali sarebbero causa di morte prematura. Lo studio è stato condotto per ben 32 anni su ambo i sessi di età circa di 49 anni. Quel che è emerso è che chi consumava più proteine animali associate a fumo, alcool e vita sedentaria è vissuto meno. Ecco quali sono nel dettaglio gli alimenti banditi dalla dieta di Matusalemme.

Gli alimenti banditi nella dieta di Matusalemme sono tutti quelli a base di proteine di origine animale.

La regola base della dieta di Matusalemme è bandire le proteine di origine animale. Questo vuol dire che gli alimenti banditi dalla dieta di Matusalemme sono dunque quelli con proteine contenute in alimenti e prodotti alimentari di origine animale  come carne, pesce, uova, latte, formaggi e latticini. Un consumo eccessivo di carni rosse come manzo, vitello, maiale, agnello, montone, cavallo, capra e soprattutto di carni rosse lavorate come salumi, insaccati e carne in scatola, aumenta il rischio di sviluppare alcuni tumori. 

Già da anni la OMS ha lanciato l’allarme per quanto riguarda le proteine animali. La questione risulta pericolosa in quanto queste sono ricche di grassi saturi e ferro del gruppo eme. Questi, però, in dosi eccessive, stimolano l’aumento di colesterolo, i livelli di insulina nel sangue e l’infiammazione del tratto intestinale, aumentando il rischio di certe patologie, tra cui i tumori. Inoltre la carne può essere sottoposta a particolari lavorazioni e tecniche di conservazione che modificano le molecole in esse presenti, rendendole potenzialmente pericolose per la salute.