Alimentazione Senza Glutine Nelle Scuole di Milano

Giovedì 30 gennaio in tutte le scuole di Milano verrà servito il pranzo interamente senza glutine in occasione della terza giornata speciale dell’alimentazione.

chiudi

Caricamento Player...

Milano Ristorazione propone ogni giorno più di 3400 diete sanitarie per chi ha bisogno di seguire particolari regimi alimentari. Per il prossimo 30 gennaio 2014 nelle scuole d’infanzia, primarie e secondarie di Milano, verrà proposto un menù interamente senza glutine. L’iniziativa chiamata “Facciamo Festa” ha l’intento di creare un momento di condivisione tra gli studenti e porre attenzione all’importante momento della giornata che è il pranzo.

Il tema dell’alimentazione è affrontato ogni giorno con la massima attenzione da tutti gli operatori coinvolti sia nella produzione che nella distribuzione, nonché con la preziosa collaborazione degli educatori e degli insegnanti, durante il consumo dei pasti.

Il menù senza glutine è stato creato con la collaborazione di AIC (Associazione Italiana Celiachia) Lombardia Onlus.

La celiachia è un’intolleranza  al glutine che è la componente proteica contenuta nel frumento ed in altri cereali, come il farro, l’orzo, la segale, l’avena, il kamut (un tipo di grano egiziano), il farro spelta, il bulgur (grano cotto), il malto, il grano greco e il seitan (un alimento ricavato dal glutine).

E’ una patologia autoimmune, chiamata anche morbo celiaco, che colpisce l’intestino che non riesce ad assimilare il glutine e viene quindi considerato come una sasotanza tossica. Il glutine in realtà non è presente nel chicco del cereale o nella farina, ma si forma soltanto a causa dell’aggiunta di acqua e durante la formazione dell’impasto.

Non essendeci alcun tipo di cura, l’unico rimedio possibile al celiaco è eliminare completamente il glutine dalla propria dieta.

Pranzo senza Glutine a Scuola: Grano
Pranzo senza Glutine a Scuola: Grano

Nel celiaco l’assunzione di glutine attiva in modo anomalo il sistema immunitario che non accetta il glutine e causa un danneggiamento dell’intestino.
La mucosa dell’intestino è formata da miliardi di villi, piccole strutture sottili e allungate che formano tra di loro delle anse. Questo tipo di conformazione permette l’assorbimento delle sostanze nutritive.

Nei celiaci la reazione della mucosa intestinale appiattisce queste anse e causando quindi problemi nell’assorbimento. In pratica i villi si atrofizzano, e la mucosa non riesce più a svolgere il suo lavoro di assimilazione dei nutrienti (ferro e altri minerali, vitamine, zuccheri, proteine, grassi).
La celiachia non è causata esclusivamente dal glutine, ossia dal fattore ambientale, ma anche da alcuni fattori genetici.