Alessia Marcuzzi svela perché cerca di mantenersi bella e in forma

In un’intervista concessa a Chi, la conduttrice Alessia Marcuzzi ha svelato per chi e cosa cerca di mantenersi sempre bella e in forma.

chiudi

Caricamento Player...

Alessia Marcuzzi, nel corso di un’intervista concessa a Chi, ha svelato il reale motivo per il quale cerca di tenersi sempre bella e in forma. Non solo per il suo lavoro in video, ma anche per tenersi stretta suo marito Paolo Calabresi Marconi, che ha sposato il 1 dicembre 2014 con una cerimonia molto privata che si è svolta a Londra.

Alessia Marcuzzi: “Mi faccio bella per tenermi mio marito!”

alessia marcuzzi

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/alessia.marcuzzi/?fref=ts

A 44 anni, Alessia Marcuzzi ha ritrovato una seconda giovinezza grazie all’amore del marito, al quale è legata da 2 anni e che rappresenta l’unico uomo che abbia mai sposato, sebbene abbia avuto due figli da uomini diversi: Simone Inzaghi e Francesco Facchinetti: “Cerco di tenermi bella per piacere a mio marito, non soltanto per la tv. Certo, chi va in video ci tiene a curare il proprio aspetto, ma io lo faccio soprattutto per tenermi il mio uomo! Paolo mi aiuta in tutto, è per questo che lo amo e me lo tengo stretto. Quando andiamo in giro e faccio i post per i blog, mi dice: “Ormai sono il tuo fotografo di fiducia”, mi consiglia le cose giuste nei momenti creativi e, anche quando mi vede in tv, mi dice sempre quello che pensa senza voler apparire né interferire”.

Per quanto riguarda, invece, la vita professionale, la conduttrice non certo si scoraggia dopo la probabile chiusura della versione normale del Grande Fratello, in favore di quello vip: “Sono una che nella vita cerca sempre nuovi stimoli e ama condividerli: mi sveglio la mattina e ho voglia di fare, mi sento creativa, sono piena di idee per me e per gli altri. Quando parlo con una persona, mi capita di dire: “Perché non fai questa cosa?”. La tv è una passione che mi attira fin da quando ero piccola, poi è diventata il mio lavoro e, quindi, non l’ho mai affrontata con fatica”.