Alessandro Onnis, come contattare sui social network

Vuoi seguire sui social network Alessandro Onnis? Ecco tutti i profili ufficiali dell’ex “coinquilino” di Pechino Express

chiudi

Caricamento Player...

La vittoria a Pechino Express ha trasformato Alessandro Onnis in un nuovo volto della televisione italiana. Dopo il grande successo al docu-reality di Raidue condotto da Costantino della Gherardesca, Alessandro è attualmente impegnato nelle vesti di conduttori della prima edizione italiana di Ridiculosness Italia trasmesso in prima serata su MTV Italia.

Chi è Alessandro Onnis?

Classe 1987, Alessandro Onnis ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo lavorando come animatore turistico in giro per il mondo. I villaggi turistici sono stati la sua vetrina, ma al tempo stesso una “scuola” dove imparare a interagire con il pubblico e a stemperare l’emozione. La grande popolarità arriva lo scorso anno con la partecipazione al reality Pechino Express. Si presenta in coppia con Stefano Corti suo coinquilino con cui vive a Milano. Un duo vincente: la loro ironia e simpatia conquista il popolo di internet e poco dopo quello televisivo con tanto di vittoria finale al reality televisivo di Raidue. Dopo l’esperienza forte di Pechino Express, Alessandro è uno dei conduttori della prima edizione italiana di Ridiculousness Italia in onda su MTV.

Come contattare sui social

Anche Alessandro Onnis come tutti i personaggi del mondo dello spettacolo e della televisione è presente su tutti i social networks. Sono diversi i profili social attivi e gestiti dallo stesso conduttore che interagisce quotidianamente con i suoi fan e il suo pubblico condividendo foto, status e messaggi. Recentemente sono tantissimi i post riguardanti la nuova avventura televisiva di Ridiculousness Italia attualmente in onda in prima serata sul canale MTV. Per chi volesse seguirlo ecco i link diretti ai profili social ufficiali: pagina ufficiale Facebook, profilo Instagram @onnis_ale e profilo Twitter @onnis4president. Cosa aspettate a seguirlo?

(fonte foto: Facebook)