Alanis Morissette si confessa: “Non sapevo più ridere dopo il successo!”

Dopo il successo Alanis Morissette ha subito il trauma della popolarità, passando da colei che guardava gli altri, a quella da guardare. Ecco come si racconta la cantante canadese in un’intervista data a Oprah Winfrey.

chiudi

Caricamento Player...

Passare da una cantante che si esibiva in piccoli locali ad una star a livello internazionale, sembrerebbe un sogno che si realizza, ma può nascondere dei retroscena poco piacevoli, come quelli dichiarati da Alanis Morrisette.

Dopo aver raggiunto in breve tempo il successo la cantante, ha detto addio alla propria privacy ed è diventata, improvvisamente, quella da guardare e non più colei che guarda.

Ecco le sue parole nel salotto di Oprah:

“Dopo il successo non ho riso per due anni”

Il successo ha provocato, infatti, nella cantante canadese un vero e proprio trauma, prima il trasferimento a Los Angeles e l’uscita di “Jagged Little Pill”, poi l’ascesa di notorietà e il successo nel mondo della musica mondiale, per la quale non si sentiva assolutamente preparata.

“Suonavamo in posti da 100 posti a sedere e dopo negli stadi. Insomma da 0 a 100 in 3,5 secondi (…) Quello che so è che ero una persona che amava sedersi a guardare le persone e dopo, all’improvviso, diventai io quella da guardare. E questo fu sconvolgente”

Inevitabili quindi le ripercussioni sul suo sistema nervoso, che l’ha portata a non ridere per due anni, ma ad essere vittima del successo, che nonostante tutto aveva cercato.

Ecco il video dell’intervista a Alanis Morrisette: