Afrodisiaci, quanti miti da sfatare: banditi peperoncino ed ostriche

Quanti luoghi comuni in fatto di sesso: tra gli afrodisiaci, ad esempio, non vanno considerati peperoncino ed ostriche, che anzi sono nemici dell’amore.

chiudi

Caricamento Player...

Mai dar retta ai luoghi comuni. Per  quanto tempo si è avuta la convinzione che il peperoncino e i cibi piccanti siano ottimi afrodisiaci o che le ostriche ed altre specialità di mare siano amiche del sesso? Niente di più sbagliato. Chi pensava di sapere tutto sull’argomento dovrà rivedere le proprie convinzioni. Se Galileo Galilei e Niccolò Copernico hanno riscritto le scienze e l’astronomia, i “rivoluzionari” in campo sessuale sono i ricercatori della Società Italiana di Urologia.

Sull’argomento si tengono annualmente dei convegni in cui non si parla, ovviamente, solo di questioni sessuali, che vengono affrontate piuttosto dal  punto di vista scientifico in quanto connaturate ad eventuali disturbi dell’apparato urinario e genitale. Ebbene, nell’ultimo Congresso Europeo di Urologia di Stoccolma, in Svezia, il segretario degli Urologi Italiani, Vincenzo Mirone,  ha fatto una serie di rivelazioni sconvolgenti:

il peperoncino, ad esempio, non è afrodisiaco. Anzi, ha effetti collaterali che fanno calare il desiderio.

Meglio evitare, insomma, di infarcire di semi di peperoncino e altre spezie piccanti il piatto di pasta del marito, del fidanzato o di un qualsiasi uomo di cui si vorrebbe approfondire la conoscenza sotto le lenzuola: a quanto pare, infatti, è vero che il peperoncino ha effetti vasodilatatori e favorisce l’afflusso di sangue al pene, ma al tempo stesso è irritante per la prostata e – soprattutto – può causare l’eiaculazione precoce.

Altro mito da sfatare in fatto di afrodisiaci, l’efficacia dei frutti di mare. Da sempre le ostriche sono state considerate un ottimo corroborante per l’amore. Stesso discorso per altre specialità di mare Ebbene, se vi trovate a Parigi con il vostro uomo, niente cenette romantiche a base di ostriche della Normandia e altre crudité. Frutti di mare, ma anche pepe – altro emblema fallace del sesso – ed alcolici sono infatti nemici dell’amore. Perché? Sono difficili da digerire, irritano il fegato e la vescica.

Attenzione anche allo sport da praticare. Prima di una serata sfrenata, è consigliabile evitare lunghe passeggiate in bicicletta: il contatto prolungato col sellino può arrecare danni all’apparato genitale maschile, in particolare ai testicoli, ed a quello femminile per il ripetuto sfregamento. Ma cosa fa bene, insomma, all’amore? Semplice: tutto ciò che contiene zinco e vitamina C, quindi frutta e verdura in quantità.,  ottimi pure per le loro qualità antiossidanti Consigliato anche il vino rosso, ma in quantità ragionevoli. Del resto, si è sempre detto che il vino fa sangue:  una volta tanto, un luogo comune sul sesso che risponde al vero.