Adolescenti: dopo i Selfie arriva la Moda di bere Sangue Umano

Si sta diffondendo una nuova folle moda tra gli adolescenti: bere il sangue umano.

chiudi

Caricamento Player...

Le mode diffuse tra gli adolescenti diventano sempre più inquietanti e pericolose. La più diffusa in questo momento è la mania del Selfie. Adolescenti che passano fino a dieci ore al giorno alla continua ricerca dell’autoscatto con la propria immagine perfetta è diventata ormai una consuetudine.

Tuttavia la selfite è stata ufficialmente classificata come una patologia tanto da essere inserite anche nel dizionario di Oxford. I Ragazzi colpiti da questa mania non riescono ad essere quello che vogliono, manca loro la ricerca di una vera identità, si allontanano dai propri veri valori e si identificano in un mondo inesistente e privo di significato. I social network sono ormai una piaga sociale che allontanano le persone dalla realtà e le proietta in un mondo virtuale privo di significato.

Adolescenti: dopo i Selfie arriva la Moda di bere Sangue Umano
Adolescenti: dopo i Selfie arriva la Moda di bere Sangue Umano

Ma oltre i selfie i giovani di oggi sono attratti anche da un altra pratica ancora più pericolosa e inquietante, si tratta del vampirismo e della moda di bere sangue umano. A lanciare l’allarme in Italia, è Teresa de Toni pediatra dell’università di Genova e direttore dell’Istituto di Ortofonologia di Roma e dallo psicoterapeuta Federico Bianchi di Castelbianco che ha parlato di vampirismo fra gli adolescenti “Una tendenza probabilmente legata a tutte le recenti saghe sui vampiri ” ha detto lo psicoterapeuta in un seminario sul tema.

Non si tratta solamente di un adulto squilibrato che crea un setta per indurre i suoi membri a bere sangue come rito di iniziazione” ha spiegato il medico “C’è proprio un’emulazione dei vampiri ed esistono persino categorie di giovani donatori e quelle di giovani bevitori. Il tutto avviene in segreto, con i conseguenti rischi che derivano dal bere sangue”.

“Se da un lato sono sempre più numerose le diagnosi fatte ai bambini e agli adolescenti tacciati come malati da curare dall’altro lato” ha spiegato l’esperto “è che in molti casi i ragazzi sono soggetti deviati dalle mode” Ma quale sarebbe la soluzione contrao questa pericolosa tendenza? “L’unica cosa che si possa realmente fare per fronteggiare queste problematiche è realizzare un’attività di informazione rivolte ai ragazzi. E’ l’unico modo per ottenere risultati veri e immediati, evitando soluzioni fittizie”.

Guarda cosa Accadde Oggi:

[jwplayer player=”1″ mediaid=”14796″]