5 curiosità su Iva Zanicchi, l’Aquila di Ligonchio nel programma Selfie su Canale 5

La vedremo nel cast di Selfie, seconda edizione del programma di Canale 5 in partenza l’8 maggio. Iva Zanicchi è una delle regine della musica italiana, con diversi record all’attivo…

chiudi

Caricamento Player...

Iva Zanicchi, classe 1940 di Ligonchio, è una delle pietre miliari della musica italiana, raggiungendo l’apice del successo a cavallo tra gli anni ’60 e ’70. Di lei e della sua discografia è stato detto e scritto praticamente di tutto, ma sicuramente sono ancora molte le curiosità che non tutti sanno di colei che nel mondo è nota come l’Aquila di Ligonchio...

Iva Zanicchi: dai primati della musica alla vita politica

  • Alighiero Noschese l’ha definita il pollice della musica italiana tra gli anni ’60 e ’70, insieme alle altre dita della mano formate da Milva, Mina, Ornella Vanoni e Patty Pravo.
  • Iva Zanicchi, definita anche la cantante italiana dei primati, è stata la prima italiana ad esibirsi in concerto al Madison Square Garden di New York e in tournée in Russia quando ancora c’era il muro.
  • È l’unica cantante italiana che ha superato il milione di copie vendute in Argentina con l’album Nostalgias, nel 1981. Non solo. È anche la donna che nella storia della canzone italiana ha vinto più edizioni del Festival di Sanremo, ben 3, nel 1967, 1969 e 1974.
  • Da oltre 30 anni Iva Zanicchi è impegnata con il produttore musicale Fausto Pinna. I due si sono conosciuti in sala d’incisione e non si sono più separati. Fausto e Iva si chiamano marito e moglie, nonostante non si siano mai sposati.
  • Iva Zanicchi è attiva in politica sin dal 1999, con Forza Italia. Nel 2008 è stata eletta europarlamentare per il Popolo delle Libertà. Ha partecipato a 20 su 43 sedute plenarie, intervenendo in aula soltanto una volta.

Iva Zanicchi e il suo rapporto con la bellezza

Iva si è recentemente lasciata intervistare da Tgcom 24, a cui ha parlato del suo rapporto con la bellezza e con la chirurgia visto che si è rifatta il naso: “Quello l’ho rifatto perché per anni mi ha fatto soffrire. Così un giorno gli ho detto: tiè, adesso ti sego (ride). Ma fare altro mi impaurisce, pur non essendo assolutamente contro. Ciò che conta è la moderazione, cosa che poche donne hanno. Oggi per esempio ne ho incontrata una, aveva due guance come se l’avessero presa a cazzotti!”.