La ragazze è stata violentata da quattro persone che l’hanno filmata e poi ricattata per estorcerle anche del denaro: arrestati i responsabili.

A Gravina, nel Catanese, sono stati arrestati due 20enni e due 21enni per violenza sessuale di gruppo ai danni di una loro coetanea ed estorsione. La vittima ha denunciato i fatti dopo che i video esplicita della violenza subita sono stati condivisi dai responsabili tramite cellulare.

Le dinamiche del reato

Secondo le ricostruzioni della polizia di Gravina, la giovane è stata violentata da 4 ragazzi in un garage e poi filmata e ricattata. Uno dei responsabili dell’atto era il fidanzato della vittima che intratteneva un’altra relazione contemporaneamente. Il movente è proprio la “minaccia” da parte della sua ragazza di svelare il “triangolo” amoroso all’amante del ragazzo.

Dopo averle usato violenza, i ragazzi hanno ricattato la coetanea di mostrare il video ai suoi genitori e di condividerlo tramite cellulare. Hanno cercato sempre con lo stesso ricatto di estorcere del denaro alla vittima. Su TG Com 24 si legge, inoltre: “La ventenne sarebbe stata però sottoposta ad ulteriori violenze sessuali, in particolare dal suo ex fidanzato che, ancora con la minaccia della diffusione del video, l’avrebbe costretta a subire un rapporto sessuale completo.”

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 10-12-2021


I cani evitano il suicidio nei soggetti autistici: lo prova una ricerca inglese

Eitan, continua la battaglia sull’affidamento: tutte le novità