Norcia: dalle macerie del terremoto estratto sano e salvo Ulisse

chiudi

Caricamento Player...

Una delle unità cinofile dei vigili del fuoco impegnate tra le macerie del centro umbro, ha estratto estratto dalle macerie il cane Ulisse

Dopo la scossa delle 7.40 del 30 ottobre è rimasto sepolto vivo per ore sotto le macerie di Norcia, ma ha guaito fino all’ultimo respiro, finché i soccorritori in zona potessero avvertire la sua presenza nel pieno del disastro. Per fortuna il cane dei vigili del fuoco, ha fiutato la sua presenza e indicato il punto esatto in cui scavare: così è stato salvato Ulisse, il cane miracolato perché estratto in buone condizioni.

Dopo essere uscito sano e salvo dalle macerie Ulisse è stato poi portato per accertamenti in una clinica veterinaria di Rieti.

Le condizioni di salute di Ulisse

In un contesto, quello del terremoto di Norcia con magnitudo 6,5 della scala Richter, molto triste e spiacevole, c’è una buona notizia che può rallegrare il cuore degli amici degli animali: il cane Ulisse sta bene, non ha alcun danno grave ed ha resistito eroicamente alla tragedia.

Il cane non ha il microchip, ma chi lo ha in cura si dice fiducioso di poterlo presto ricongiungere con il suo padrone.

l’Enpa, Ente nazionale Protezione Animali che ha seguito da vicino il salvataggio sulla sua bacheca di Twitter scrive:

“Ulisse risponde bene alle cure, mangia, ha valori normali, no fratture, domani altre analisi”.

I valori vitali del cane sono molto regolari, Ulisse è solamente molto spaventato dall’accaduto.

Il centro Enpa di Norcia è stato molto attivo nel periodo del terremoto, fino a questo momento sono stati soccorsi una settantina di animali tra cani e gatti, tutti vittime del terremoto di fine ottobre. Questi animali, oltre ad Ulisse, hanno subìto danni più o meno gravi. Le guardie zoofile dell’Ente Nazionale Protezione Animali operano in questo contesto a Norcia, Visso, Camerino ed in tutto il Teramano.

La lodevole azione dell’Enpa ha distribuito cibo per animali, antiparassitari e farmaci, ed in questo modo hanno assistito oltre 300 animali tra cani, gatti, tartarughe ed animali da cortile: un agire che ha permesso di salvare la vita a molti di questi animali.

Fonte Immagine: Twitter