18 regali, il film: la trama e la storia di Elisa Girotto

18 regali: il film sull’amore incondizionato di una madre per una figlia

18 regali è il film con Vittoria Puccini e Edoardo Leo che si ispira alla storia vera di Elisa Girotto, la madre che prima di morire preparò i regali di compleanno per la figlia.

Nelle sale italiane a partire dal 2 gennaio 2020, il film 18 regali è ispirato alla storia vera di Elisa Girotto, la donna che fece commuovere il mondo quando decise di preparare 18 regali per la sua bambina, uno per ogni anni, quando scoprì di aver un tumore al seno incurabile e poco tempo per vederla crescere.

Elisa non potrà essere lì a vedere la figlia che spegne le candeline, ma potrà partecipare, simbolicamente, coi suoi regali. La pellicola racconta la storia di questa donna tradita da un destino crudele e spietato che non si abbatte e decide di esserci comunque per la figlia.

18 regali: la trama del film

Nella storia reale, Anna è soltanto una bambina nata nel 2016. Nel film, tuttavia, Francesco Amato e gli sceneggiatori Massimo Gaudioso, Davide Lantieri e Alessio Vincenzotto (marito di Elisa e padre di Anna, interpretato da Edoardo Leo nel film), hanno voluto mostrarla diciottenne, pronta a ricevere l’ultimo regalo della madre.

18 regali
18 regali

La giovane, però, soffre per il conflitto con la madre, vivendola come una presenza invisibile, ma costante, nella sua vita. Questo suo stato d’animo sarà affrontato soltanto grazie ad un particolare viaggio che Anna dovrà affrontare. A causa di un incidente, che la farà cadere in stato comatoso, la ragazza potrà tornare indietro nel tempo e incontrare sua madre, per l’unica volta nella sua vita.

È una pellicola che cerca di adattare una storia vera, così delicata, alla forma cinematografica in modo dolce e rispettoso. Vittoria Puccini e Benedetta Porcaroli cercano di dar vita a quel rapporto tra una madre e una figlia che, purtroppo, non potrà mai realmente esistere.

18 regali: il gesto commuovente di Elisa Girotto

Elisa Girotto, nel film interpretata da Vittoria Puccini, ha deciso di non abbattersi di fronte a quella sentenza di morte e di preparare 18 regali per la figlia. Uno per ogni 21 agosto, giorno del suo compleanno, e uno per ogni Natale, fino al raggiungimento della maggiore età, pur sapendo di non riuscire a consegnarglieli di persona.

Tra questi bambole, vestiti, libri, fino ad arrivare all’ultimo, il diciottesimo e più importante, un mappamondo. Ogni regalo è corredato di una lettera, nelle quali Elisa parla alla figlia e le dà consigli utili per come affrontare la vita.

Vittoria Puccini 18 regali
Vittoria Puccini 18 regali

La donna ha deciso di segnare, su quel mappamondo, tutti i posti che avrebbe voluto visitare con la figlia, se solo fosse riuscita a farlo.

La sua è una scelta commuovente, che stringe il cuore. Una madre, determinate, che cerca di augurare il meglio e di spronare, nonostante tutto, ad una figlia che non potrà veder crescere.

Un gesto di grande coraggio, di chi sta lottando contro la morte, ma vuole comunque lasciare un segno del suo passaggio e dell’amore incondizionato che prova per la sua bambina.

ultimo aggiornamento: 10-01-2020

X