10 cose che non sapevi su Mariano Di Vaio, il più famoso blogger al mondo

Bello, gentile ed elegante. Il Principe Azzurro? Quasi. Parliamo di Mariano Di Vaio, il fashion blogger italiano più apprezzato nel mondo (per la seconda stagione nel cast di Selfie dall’8 maggio), che con il suo blog riceve…


Logo Zalando 190x52

Mariano Di Vaio, a soli 27 anni, è uno dei fashion blogger più quotati al mondo. Sui suoi profili social è seguito da milioni di follower (quasi 6 solo su Instagram) e la sua popolarità è aumentata in seguito alla sua partecipazione a Selfie, il programma di Simona Ventura, nel quale è stato riconfermato anche per la seconda stagione. Ma cosa non sappiamo su di lui, che ha fondato il seguitissimo blog www.mdvstyle.com?

  • Da giovane era interessato solo al calcetto e al suo motorino truccato… prima di dedicarsi al mondo della moda.
  • Cosa non deve mai mancare in albergo? Un cappuccio e una briosche e una palestra attrezzata dove allenarsi.
  • Il suo blog, su cui pubblica post in italiano e inglese e scatti fotografici dei suoi viaggi e impegni in giro per il mondo, viene considerato il più autorevole ed affidabile del settore.
  • La sua modella preferita è Bar Rafaeli, che apprezza per il suo bel sorriso e le lentiggini.
  • Ha instaurato un rapporto di sincera amicizia con Chiara Ferragni, altra fashion blogger tra le più famose al mondo. In molti avevano insinuato che tra i due ci fosse qualcosa di più, ma entrambi hanno smentito.
  • Mariano è sposato con l’avvocato Eleonora Brunacci ed ha un bambino di pochi mesi: Leone, che spesso compare nelle foto che posta via social network.
  • Il suo blog riceve circa un milione di visite al giorno da tutto il mondo.
  • Nel 2011 ha lanciato la sua linea di abbigliamento.
  • Ha sempre dichiarato di volersi allontanare da Assisi, ma ora che è spesso in giro per il mondo a causa del lavoro, vuole tornarci ogni volta che ne ha l’occasione.
  • Il suo attore è modello preferito è James Dean. 

Mariano Di Vaio e il rapporto con il figlioletto Leone

Seppur molto giovane, Mariano è un papà presente e premuroso: “Cerco di godermi tutti i momenti con il mio bimbo e mia moglie. E mi trovo a riflettere su quello che faccio, su come mi comporto, su come mi relaziono con gli altri. Smusso alcuni angoli del carattere. Zero preoccupazioni, zero paranoie. Abbiamo già fatto quattro viaggi. Sono riuscito pure a mandarlo sott’acqua e non ha bevuto. Per quel che posso sono un papà presente, ma dico con orgoglio che sono stato io a cambiare il primo pannolino. Adesso so come preparargli la camomilla, come va pulito il suo naso, come cullarlo. Dicono che, per i primi mesi, il bambino sia dipendente solo dalla mamma, ma non ci credo. Per questo gli faccio sentire la mia voce, suono la chitarra, lo tengo sul petto. L’unica cosa che non faccio, ammetto, è svegliarmi durante la notte”.